L’altra azienda intervistata era SANEF, l’impresa specializzata nella manutenzione e gestione delle autostrade.

Abbiamo dovuto intervistare uno specialista supporto tecnico per ricevere le risposte tecniche più rilevanti relative alle energie rinnovabili.

 

Quanto al consumo energetico esso è sopratutto di elettricità; perché le stazioni erano troppo distanti dalla rete della EDF, il fornitore francese dell'energia, e poiche il collegamento alla rete non sarebbe stato possibile ad un prezzo convenienete, era essenziale trovare il modo di usufruire di un’energia alternativa. La tecnologia per lo sfruttamento di energie rinnovabili utilizzata dalla SANEF è una turbina ibrida eolico solare la quale copre al 100 % le esigenze energetiche di ogni impianto.

 

La SANEF utilizza il generatore per due principali tipi di consumo; satzioni meteo e cisterni. L’eccedenza di energia non si vende.

 

I motivi dell’azienda a far l’investimento sono ovviamente stati economici come già menzionato prima.

SANEF ha introdotto la tecnologia con l’aiuto del fornitore di elettricità; l’intervistato non sapeva di altri programmi quadro di finanziamenti dell’investimento. Dall’azienda dovevano consultare un  esperto esterno.

 

Lo sfruttamento di altre energie rinnovabili è probabilmente possibile ma l’intervistato non può dare una risposta precisa.

 

Per quanto riguarda la formazione, nell’impresa non c’è stato bisogno di specifici corsi di formazione del personale. Nel caso in cui se ne avrà  tale bisogno, verrà utilizzato il sistema tradizionale della formazione diretta.

 

Non c’è un impatto o beneficio particolare sull’ambiente dall'utilizzazione di energie rinnovabili per il fatto che ancora nella fase iniziale del processo di costruzione delle stazioni ne fu preso in considerazione ed il processo esso stesso si era svolto in rispetto al contesto ambientale.

Quando è fatta l’intervista la SANEF non aveva ancora avviato un processo di implementazione di un sistema di gestione ambientale ISO.

 

Tra le esperienze menzionate ce ne sono molto interessanti sopratutto nell’ambito del turismo. Va precisato però che è stato difficilissimo scoprire delle aziende che sfruttano tali energie rinnovabili nonchè ottenere il consenso degli intervistati a filmarli durante l’intervista perchè participino nella video. Per questo motivo la coordinatrice francese ha deciso di presentare i fatti lei stessa.